PERCEZIONE del FENOMENO IMMIGRAZIONE in Italia

I moti migratori interessano l’Italia soltanto da tempi relativamente recenti: è infatti dal 1861 che la nostra penisola è divenuta meta per gli emigranti. 

Il fenomeno è aumentato negli anni settanta del 900 e si è consolidato negli anni 2000. 

Oggi, l’immigrazione è uno dei temi caldi dibattiti in Parlamento e su cui la politica fonda i suoi programmi elettorali, ma quanto a fondo gli italiani conoscono l’argomento?

Gimme Like ha somministrato un sondaggio sul tema dell’immigrazione a un panel composto dal 46,2% di donne e dal 53,4% da uomini distribuiti in maniera omogenea in tutta la penisola.

Tra gli intervistati il 27,56%  afferma che la percentuale di stranieri in Italia è tra il 10 e il 15%, mentre il 26,98% crede che gli stranieri in Italia siano meno del 10% della popolazione. Per il 25,24% gli stranieri superano la soglia del 20% e invece chi crede che siano tra il 15% e il 20% è solo il 20,21% degli intervistati.

Il 64,80% della popolazione si dice preoccupato rispetto al tema dell’immigrazione, 15,86% si sente coinvolto dal tema, il 13,64% è sereno e fiducioso, mentre solo il 5,71% degli intervistati si dice totalmente indifferente rispetto alla tematica trattata.

Il 24,08% non ritiene che un’ equilibrata  politica sull’immigrazione possa essere utile all’inclusione degli immigrati e alla crescita economica dell’Italia, mentre il 75,92% si dice favorevole. Questi risultati cambiano quando si parla dell’argomento “porti chiusi”: il 52,80% degli intervistati crede che la scelta italiana “porti chiusi” sia la soluzione giusta per gestire il flusso di migranti in Italia, mentre il 47,20 % pensa il contrario.

Per l’87,81% dei membri del panel L’Italia è stata lasciata da sola dal resto dell’Europa nella gestione dei flussi migratori, mentre per il 12,19% non è così.

Per ricevere ulteriori approfondimenti sulla ricerca e ottenere dati specifici:

info@gimmemagazine.com

Il Team di GimmeLike è a completa disposizione

GimmeLike – We Value You