negozio fisico vantaggi online

Come il tuo negozio fisico può trarre vantaggio dall’online

L'esperienza di acquisto non finisce in negozio e se punti sui sondaggi puoi sfruttare al meglio l'online per conoscere i tuoi clienti. Ecco come puoi farlo con Gimmelike.

Se c’è una cosa che la pandemia ha fatto riscoprire un po’ a tutti è stata l’importanza degli acquisti online. Molte persone, durante i momenti più bui di quest’anno e mezzo, ma anche durante le varie zone rosse, hanno fatto sempre più ricorso agli e-commerce per acquistare beni di prima necessità e non solo.

E questo può far pensare che l’online sia andato e vada a scapito del negozio fisico. Invece non è affatto così: anzi bisogna ragionare in modo che offline e online non siano “rivali”, ma due “dimensioni” che rispondono alle esigenze dei clienti.

I quali infatti possono acquistare fisicamente e poi essere contattati successivamente tramite una newsletter o, viceversa, tramite una newsletter, un messaggio su whatsapp, il sito Internet ecc… possono scoprire certi prodotti ed essere incentivati ad andare in negozio dove ci sono le promozioni adatte a loro e ai loro gusti.
Vediamo dunque in questo articolo come i negozi fisici possono trarre vantaggio dall’online.

Gli Italiani continuano a preferire i negozi fisici

Innanzitutto, c’è da dire che non tutti preferiscono acquistare online, anzi. Nello scorso febbraio, proprio quando si era ancora nel clou della pandemia, noi di Gimmelike abbiamo realizzato un sondaggio dal titolo “Negozio fisico o e-commerce?” per capire come siano cambiate le abitudini d’acquisto degli Italiani in questi mesi.

E forse ti stupirà sapere che nonostante l’online sia cresciuto – a preferirlo il 35% di chi ha risposto, quando prima della pandemia era il 19% – i negozi di quartiere “tengono” e li preferisce il 43% degli intervistati. Il 22% invece ama fare shopping nei centri commerciali.

Il sondaggio fa riflettere dunque su come il negozio fisico, specie in un momento in cui si esce per passeggiare, prendere aria e godere della primavera, è ancora privilegiato. Ma questo non vuol dire che l’online sia da trascurare, ma può diventare un alleato importante.
Ecco come secondo noi di Gimmelike le due dimensioni possono coesistere, anzi avere un’influenza l’una sull’altra.

Il ‘customer journey’ inizia in negozio, ma può continuare online

Il customer journey, ossia il percorso che il cliente compie dal momento in cui viene a conoscenza del nostro prodotto o servizio fino a che ultima l’acquisto,  al giorno d’oggi, può essere piuttosto arzigogolato. Cosa significa?

Che magari il possibile cliente inizia con il cercare qualcosa su Google, vedere le risposte che il motore di ricerca dà e poi guardare sui vari e-commerce quali sono i costi, le modalità di spedizione e tutto il resto. Ma non è detto che la persona acquisti online in quel momento perché magari ci vuole pensare oppure vuole provare fisicamente quelle scarpe, vuole vederle e magari ha bisogno di indicazioni da parte di chi lavora in negozio.

Ecco perché dall’online il tuo ipotetico cliente potrebbe arrivare nel negozio fisico. O viversa potrebbe approdare nel tuo negozio perché si trova in giro o un amico qualche giorno prima gliel’ha consigliato. I motivi possono davvero svariati, quel che conta è cercare di sfruttare al meglio il momento in cui varca la soglia del negozio e si guarda attorno, prova delle cose e poi va via. Oppure acquista.

Se ovviamente ha comprato, il negoziante raggiunge il suo obiettivo, se invece tentenna si spera che ritorni. Ma anche se effettivamente l’acquisto viene concluso perché non puntare sul fidelizzare quella persona? E come farlo al meglio?

I sondaggi per conoscere le opinioni dei clienti

customer journey e sondaggi

Ecco che qui entrano in gioco i sondaggi che, tramite l’app di Gimmelike (disponibile per iOS e Android) sono il modo più immediato per conoscere i gusti dei propri clienti. Puoi proporre al tuo cliente un breve sondaggio prima che vada via.

E farlo in cambio di un reward, incentivo, che sarà il tuo modo per apprezzare il tempo che ti ha dedicato e tutte le informazioni che ha condiviso con te.

Il sondaggio che realizzeremo insieme avrà lo scopo di raccogliere dati personali come il nome, il numero di telefono e raccogliere un parere sull’esperienza d’acquisto invitando la persona a lasciare una recensione. Certo, se è negativa ovviamente non è il massimo, ma si tratta comunque di un feedback che, ricorda, è sempre un dono. Purché venga utilizzato bene.

I dati per migliorare la customer experience

Quello che infatti raccoglieremo con i sondaggi sarà oggetto di studio e ti aiuterà a migliorare davvero la tua customer experience, ma non solo.

Grazie all’analisi dei dati che Gimmelike farà per te potrai segmentare la tua clientela e così proporle offerte e promozioni in linea con i propri desideri e bisogni.

Che senso ha, per fare un esempio, inviare a una persona che ha sempre comprato da te abbigliamento sportivo, informazioni sulla tua linea più elegante? Così come che senso ha inviare sconti su telefoni Android quando nel tuo negozio quella persona ha sempre comprato iPhone e materiali Apple? Sarà più contenta di avere delle promozioni su questo, visto che è un po’ il suo mondo.

Utilizzare i dati per fare marketing nel modo giusto

Ma non solo: i dati ti permettono di capire chi è il tuo target o meglio le tue buyer personas.

In base ai risultati del sondaggio creerai il tuo pubblico di riferimento e in questo modo potrai attivare delle campagne di marketing che funzionano, utilizzare al meglio i social media e i contenuti online, così come migliorare il marketing cosiddetto offline.

Il negozio fisico, e come dunque riesci a rendere efficace l’esperienza, ti aiuterà a portare nuovi clienti e a migliorare il customer journey.

Vuoi saperne di più su Gimmelike?

sondaggio clubhouse